28 febbraio 2008

Gay Iraniano: DIRITTO D'ASILO A TUTTI I PERSEGUITATI PER ORIENTAMENTO SESSUALE

IRAN/ESTRADIZIONE GAY: BENE OLANDA PER MANCATO TRASFERIMENTO IN INGHILTERRA MEDHI. SIA GARANTITO DIRITTO D'ASILO A TUTTI I PERSEGUITATI PER IL LORO ORIENTAMENTO SESSUALE

Comunicato Stampa di Nessuno Tocchi Caino, Partito Radicale Nonviolento, Radicali Italiani.

Primo successo della mobilitazione per impedire la deportazione dall'Inghilterra in Iran di Medhi, ragazzo iraniano omosessuale di 19 anni, accusato di "lavat" (sodomia) dal regime iraniano e che solo per questo rischia di essere messo a morte come e' accaduto al suo partner Parham nell'aprile del 2006.

Dopo la manifestazione di ieri, le iniziative al Parlamento Europeo ed italiano ed anche l'intervento della Farnesina, nella giornata di ieri le autorita' olandesi, evidentemente in assenza di garanzie da parte di Londra, hanno bloccato il trasferimento di Medhi in Inghilterra dove nei mesi scorsi gli era stato gia' negato il riconoscimento dell'asilo politico e da dove avrebbe potuto essere deportato entro pochi giorni in Iran per essere sottoposto a processo.

Continueremo a seguire da vicino questa vicenda in coordinamento con il Gruppo Everyone, che ha seguito dall'inizio questo caso, e prenderemo immediatamente contatto con le autorita' olandesi per garantire che dopo questo primo importante gesto, sia garantito il diritto d'asilo a Medhi a a tutti queli che come lui sono perseguitati solo per il proprio orientamento sessuale e che per questo rischiano di essere addirittura messi a morte, torturati o perseguitati.

Nessun commento: