16 maggio 2008

OMODIARIO : IO NON DISCRIMINO [1]

La Giornata Internazionale contro l’Omofobia (IDAHO - International Day Aginst Homofobia) si celebra ogni anno il 17 di maggio.

L’istituzione di tale giornata ha come obiettivo quello di coordinare gli eventi internazionali che richiamano al rispetto per le lesbiche ed i gay in tutto il mondo. Diversamente dalla giornata dell’orgoglio LGBT, che ha come scopo quello di sottolineare la fierezza di ognuno nel vivere la propria sessualità liberamente e rigettare l’idea che ad essa sia connaturato un senso di vergogna, la Giornata Mondiale contro l’Omofobia è stata istituita per mettere in luce che in realtà ad essere ripugnante è l’omofobia stessa, e che essa debba essere scardinata nella sua logica sociale e combattuta apertamente.

Il 17 maggio è stato scelto come giorno dell’evento poichè l’omosessualità venne rimossa dall’elenco internazionale delle malattie dell’Organizzazione Mondiale della Sanità proprio il 17 maggio del 1990.

In occasione della celebrazione della IV Giornata Internazionale contro l’Omofobia il Circolo Mario Mieli vi invita ad un fine settimana ricco di iniziative.

venerdì 16 maggio - dalle 20.30

Proiezione di ALTROMONDO di Fabiomassimo Lozzi, presso la Casa del Cinema di Roma, largo Marcello Mastroianni n. 1 [Villa Borghese]

Ponendosi a cavallo tra un’opera teatrale e un documentario, affrontando in modo diretto e scomodo il tema dell’omosessualità in Italia, politicamente scorretto nel raccontare le tante sfumature di un mondo a molti sconosciuto ma non per questo invisibile, ALTROMONDO traccia un percorso molto personale dello sviluppo dell’identità omosessuale maschile in Italia, partendo dalla negazione della stessa, attraversando gli stereotipi, i pregiudizi, i fantasmi, le ossessioni e le diverse realtà sommerse per arrivare alla formazione e accettazione di un’identità e di un’anima omosessuale pienamente espressa.

sabato 17 maggio: Giornata Internazionale contro l’Omofobia - dalle 17.30
[presso la sede del Circolo in via Efeso n. 2/A]

· Gianni Farinetti presenta Il segreto tra di noi
Copywriter, sceneggiatore e regista (ha realizzato alcuni documentari e cortometraggi), Gianni Farinetti ha esordito in narrativa nel 1996 con il romanzo Un delitto fatto in casa, con cui ha vinto il Premio Grinzane Cavour, Il Premiere Roman di Chambery e il Premio Città di Penne. Nel 1998 ha vinto il Premio Selezione Bancarella con L’isola che brucia. I suoi romanzi sono tradotti nei maggiori paesi europei.

Interverranno, oltre all’autore, Francesco Gnerre e Daniele Cenci.

Sullo sfondo delle Langhe di Bormida si dipana la storia dei Valetto: una famiglia contadina come tante eppure una famiglia eccezionale, che le tre sorelle Carla, Lena e Anna, tengono unita con amorosa ostinazione a dispetto del tempo che passa. Ad animare la cascina dei Valèt una folla di personaggi: zio Spirito e zia Madrina, i gemelli Germano e Giacomo, il coraggioso sacerdote Don Lovera, i ricchi marchesi Fey e l’amatissimo Giovanni, unico figlio di una delle sorelle. Nonostante gli strenui sforzi delle tre "mame" per proteggere questa piccola comunità, la storia dei grandi eventi non potrà che lasciare il suo segno sulle esistenze di ognuno. Farinetti mette in scena il Novecento attraverso la prospettiva marginale ma non meno appassionata dei suoi personaggi. La terra che cambia, una famiglia nobiliare in decadenza, il fascismo, la guerra e la lotta partigiana, la vittoria dell’Italia ai Mondiali di calcio del 1982 e ancora mille grandi e piccole vicende che lasceranno per sempre le loro ferite, le loro ombre e le loro luci sui personaggi. Per giungere infine alla scoperta del segreto custodito con strazio e determinazione dalle tre sorelle, un segreto che racconta molte cose di un mondo antico ma forse migliore del nostro. Un mondo che, a tutti i costi, non vuole cedere alla ferocia umana, non vuole perdere la propria innocenza.

· Alessandro Fontana dal vivo
Attore ed inteprete di musical che testimoniano da sempre la sua passione per la musica, Alessandro Fontana, già nostro ospite durante gli eventi del Pride del 2007, ritorna per proporci brani del suo repertorio, da Mia Martini a Mina, per cantare e raccontare le "diversità" ed amarle.

Sarà questa l’occasione per presentare il cd "MI SEI SCOPPIATA DENTRO AL CUORE", con le canzoni di Mina degli anni ’60 e ’70, realizzato a scopo benefico a favore dell’A.S.A.M.S.I. (Associazione Studio Atrofia Muscolare Spinale Infantile).

· The Laramie Project (USA 2002 - Drammatico, 97’)
Matthew Shepard, studente all’ Università del Wyoming, venne derubato e torturato da due ragazzi in una località vicino a Laramie, Wyoming la notte tra il 6 ottobre e il 7 ottobre 1998, a causa del suo orientamento sessuale. Shepard morì cinque giorni dopo a causa delle ferite subite. I suoi assassini stanno attualmente scontando la pena in prigione. Gli avvocati hanno dimostrato che Shepard venne attaccato esclusivamente a causa del proprio orientamento sessuale. Il suo caso, grazie anche alla famiglia che ha scelto di non mettere a tacere l’episodio ma di parlarne in pubblico, è diventato un simbolo contro la discriminazione in tutto il mondo.

The Laramie Project nasce come spettacolo teatrale di Moisés Kaufman e dei membri del Tectonic Theater Project sulle reazioni della popolazione di Laramie all’assassinio di Matthew Shepard. Lo spettacolo raccoglie oltre 200 interviste condotte dai componenti della compagnia teatrale con gli abitanti della città, il diario giornaliero dei membri della compagnia e notizie dei media al tempo. A seguito del successo dello spettacolo, venne commissionato l’omonimo film uscito nel 2002, anche questo scritto e diretto da Kaufman. La sceneggiatura è nello stile documentario ma alcuni eventi reali sono reinterpretati dagli attori. Il film è stato premiato al Sundance Film Festival nel gennaio del 2002.

domenica 18 maggio - dalle 19.00

Presso la sede della nostra associazione in via Efeso 2/A, incontro con il regista Fabiomassimo Lozzi, regista di ALTROMONDO, e Antonio Veneziani, scrittore ed autore de I mignotti, i racconti che hanno ispirato il film.

Nessun commento: