30 maggio 2008

OMODIARIO : TEMPO DI PRIDE. A MILANO IL 7 GIUGNO.

Anche quest’anno Milano vedrà percorrere le vie del centro dal colorato e festoso corteo del Pride.

Quest’anno, ancora di più che nelle edizioni passate, la ricorrenza legata alla rivolta avvenuta nel giugno del 1969 a New York da parte della popolazione LGBT (lesbo-gay-trans-bisex) contro i soprusi, le angherie e le discriminazioni, rivendicherà il riconoscimento dei diritti ancora negati ad una vasta fetta di popolazione italiana.

L’acuirsi delle violenze verbali e fisiche nei confronti delle persone lesbiche, gay e trans, il disprezzo dimostrato da alcuni rappresentanti pubblici, l’assoluta mancanza di volontà di ascolto delle nostre proposte e il rifiuto al dialogo, la mancanza di laicità nelle Istituzioni, gli attacchi al corpo delle donne, le continue ingerenze nella politica italiana da parte della gerarchia cattolica vaticana si sommano nella creazione di un clima che non può che preoccuparci.

Per la prima volta la stagione dei Pride italiani verrà aperta in contemporanea nelle due capitali, Roma e Milano, gemellate sabato 7 giugno, poi il testimone verrà passato a Biella la settimana successiva.

Tutto il movimento e la popolazione LGBT si darà quindi appuntamento alla grande manifestazione nazionale che si terrà a Bologna il 28 giugno. L’ultima data in calendario sarà a Catania il 5 luglio.

A Milano, con lo slogan ironico “…MA NON TOGLIAMO IL DISTURBO!”, gli organizzatori invitano tutti quanti si riconoscono in una società libera e rispettosa delle differenze e della dignità di tutti i suoi componenti, ad aderire e manifestare accanto a chi quotidianamente vive sulla propria pelle le difficoltà e l’emarginazione causate da una strisciante cultura egoista, omofoba, machista e discriminante, con le parole d’ordine sottoscritte da tutto il movimento LGBT italiano: “PARITÀ, LAICITÀ, DIGNITÀ”.

Nessun commento: