10 novembre 2008

GAY SEPOLTO CON L’AMICO GAY, SPARITA LA SALMA

CONVERTITO AL CATTOLICESIMO, AMMIRATO DA RATZINGER: VOLEVANO BEATIFICARLO MA È SPARITO IL CORPO – LA CIOCCA DI CAPELLI A FORMA DI PUNTO INTERROGATIVO …

da "la Stampa" di Vittorio Sabadin

Un malato guarito grazie alla sua intercessione già c'era e bastava trovarne un altro. In Vaticano tutto era pronto, con il totale appoggio di Papa Ratzinger. Anche le resistenze di alcuni esponenti della Chiesa Anglicana erano state sopite e finalmente niente sembrava poter fermare il processo di beatificazione del cardinale John Henry Newman, nemmeno i sospetti di una sua relazione omosessuale. Ma quando ogni cosa sembrava andare per il meglio, è accaduto l'incredibile: la ricognizione della salma, che storicamente è sempre stata uno degli elementi fondamentali dei processi canonici, non si può fare perché il cadavere di Newman è scomparso.

Per più di un secolo si era pensato che il cardinale fosse sepolto nel piccolo cimitero del Worcestershire, dove aveva chiesto di riposare per sempre vicino alla salma di Padre Ambrose St John, l'uomo con il quale aveva trascorso una lunga parte della sua vita e che aveva ammesso di amare «come si ama una moglie o un marito». Molte proteste si erano levate da parte diassociazioni gay quando si era diffusa la notizia che il processo di beatificazione del cardinale avrebbe comportato l'esumazione della salma, con la conseguente violazione del suo desiderio, più volte espresso, di restare per sempre vicino a Padre Ambrose, morto vent'anni prima di lui.

Ma quando la tomba del vecchio cimitero di Rednal è stata aperta, dentro non c'erano, come si sperava, i resti mortali di un futuro santo in buone condizioni di conservazione, ma solo quelli di una nappina del cappello, una maniglia e una placca di ottone. Gli esperti, subito convocati, sonoarrivati alla conclusione che sia stata l'acidità del terreno a dissolvere il corpo del cardinal Newman, ma nessuno sembra dare loro molto credito.

Anzi: nuovi esami effettuati dal professor John Hunter dell'Università di Birmingham hanno dimostrato che il terreno della fossa non è abbastanza acido per dissolvere i tessuti duri di un corpo umano, anche se sepolto nel lontano 1890.

Dov'è finita dunque la salma di John Newman? Investigatori e uomini di chiesa sono al lavoro per trovare una spiegazione e, insieme con quella, un cadavere. E' possibile che, in piena epoca Vittoriana, l'ostracismo per i gay abbia impedito di rispettare le ultime volontà del cardinale e che il suo corpo sia stato sepolto segretamente altrove. Ma non si esclude nemmeno che il desiderio di Newman sia stato preso fin troppo alla lettera, e che la salma si trovi nella stessa bara di St John. Ai necrofori non è stato però permesso di aprirla per controllare. L'ultima ipotesi, la più improbabile, è che il corpo sia stato trafugato insieme con quello di Padre Ambrose, per scongiurare la loro separazione.

Nato nel 1801 da una famiglia Anglicana, Newman si convertì al cattolicesimo nel 1845, fondando il Movimento di Oxford che avrebbe dovuto riportare la chiesa inglese alle sue radici cattoliche romane. Importante pensatore e teologo, fu nominato cardinale da Papa Leone XIII e ha un grande ammiratore in Benedetto XVI, che vorrebbe annunciarne la beatificazione nel prossimodicembre.

«La ricognizione canonica del corpo - spiega monsignor Enrico Dal Covolo, postulatore salesiano delle Cause dei Santi - non è più indispensabile ai fini della beatificazione, che può riguardare anche persone sepolte in fosse comuni, come i martiri spagnoli della persecuzione anticattolica. Ma è sorprendente che sia stata trovata vuota la tomba di una personalità di assoluto rilievo come il cardinale John Henry Newman. Quello che è sempre stato indicato come il suo sepolcro non è una sepoltura di fortuna, ma una sede ufficiale e ciò rende tutto più clamoroso».

I resti del cardinale dovevano essere portati all'Oratorio di Edgbaston - la Chiesa da lui fondata alla periferia di Birmingham nello spirito degli Oratori di San Filippo Neri, dove trascorse i suoi ultimi anni e dove morì - per essere venerati dai pellegrini. Ma da domenica scorsa nella teca ci sono soltanto le poche reliquie ritrovate, compresa una ciocca dei suoi capelli che forma un misterioso punto interrogativo.

[05-11-2008]

Nessun commento: