14 febbraio 2010

LE GRANDI RELIGIONI MONOTEISTE SONO CONTRO GLI OMOSESSUALI ...

MATRIMONIO GAY: VESCOVO DI BOLOGNA PENSI ALLE IMMORALITA’ CHE PURTROPPO ATTANAGLIANANO LA CHIESA DI OGGI.

dichiarazione di Sergio Rovasio, Segretario Associazione Radicale 'Certi Diritti':

“Anche oggi abbiamo avuto da un autorevole rappresentante della gerarchia cattolica un’indicazione di contrarietà riguardo le libere scelte che dovrebbero avere i cittadini riguardo le unioni civili e il matrimonio gay.

Effettivamente ve n’era proprio bisogno, eravamo tutti molto disorientati sul tema. Quello che facciamo fatica a comprendere, dell’esternazione del Vescovo di Bologna, è la parte in cui egli considera “immorale” chi propone l’introduzione di questo ordinamento per le coppie gay o vota in Parlamento a favore di questa legge. Vogliamo tranquillizzare il Vescovo, al momento in Parlamento non è stata messa all’ordine del giorno nessuna delle proposte di legge dei deputati radicali su questo tema.

Ricordiamo al Vescovo che di immorale, persino dentro la chiesa cattolica, vi sono purtroppo altri atti, come quelli della violenza pedofila, diffusissimi non solo in Italia ma in molti paesi europei. Negli Stati Uniti alcune diocesi cattoliche hanno dovuto chiudere per bancarotta a causa dei danni che hanno dovuto pagare a seguito di condanne di Tribunali.

Occorre che il Vescovo di Bologna sia più rispettoso di ciò che molti Stati laicamente e democraticamente hanno già scelto in favore delle coppie gay. Anche in Italia prima o poi si dovrà legiferare in tal senso.

Il matrimonio civile per le coppie omosessuali non può avere nulla di immorale, così come il matrimonio civile per le coppie eterosessuali. E’ solo un problema di uguaglianza semmai. Non certo di questioni immorali”.

Sergio Rovasio

--------------

In approvazione in Uganda (*) pesantissima legge antiomosessuale

Il Parlamento dell'Uganda (*)si sta preparando ad emanare una legge brutale che punirebbe gli omosessuali con l'arresto – e addirittura con la pena di morte.

Iniziali critiche a livello internazionale hanno spinto il presidente a richiedere una revisione della legge. Ma dopo che lobby di estremisti ben finanziate hanno fatto pressione sembra che la proposta di legge stia per passare -- minacciando persecuzioni e pene di morte.

L'opposizione alla proposta di legge sta crescendo, anche da parte della Chiesa Anglicana. Frank Mugisha, difensore dei diritti degli omossessuali scrive che Questa legge ci metterebbe in serio pericolo. Per favore, firmate la petizione e incoraggiate altri a mettersi dalla nostra parte – se ci sarà una enorme riposta a livello globale, il nostro governo si renderà conto che l'Uganda verrebbe isolata a livello internazionale per questa legge e la boccerebbe.

Dal momento che la decisione sarà presa nei prossimi giorni, soltanto un'onda di pressione irresistibile a livello internazionale potrebbe salvare la vita di Frank e di molti altri. Diamo vita ad una immensa petizione per fermare questa legge che condannerebbe a morte gli omosessuali -- clicca qui per dare il tuo contributo e poi inoltra questa email:

http://www.avaaz.org/it/uganda_rights/?vl

La petizione verrà consegnata al Presidente Museveni, ai membri della Comissione di Revisione e alle ambasciate dell'Uganda in tutto il mondo questa settimana prima che sia troppo tardi, e anche ai principali governi donatori.

La proposta di legge prevede che chiunque sia condannato per avere rapporti sessuali con individui dello stesso sesso sia arrestato e impone la pena di morte per i "recidivi". I membri delle ONG che stanno lavorando per impedire la diffusione dell'AIDS potrebbero essere arrestati fino a 7 anni con l'accusa di "promuovere l'omosessualità". Anche la gente comune potrebbe rischiare fino a tre anni di prigione per mancata dichiarazione di rapporti omosessuali alla polizia entro le 24 ore!

I difensori della proposta di legge sostengono che questa legge difende la cultura nazionale, ma le maggiori critiche alla legge vengono proprio dall'Uganda. Il Reverendo Canon Gideon Byamugisha - uno fra i tanti che ci hanno scritto - dice:

Viola la nostra cultura, le nostre tradizioni e valori religiosi che invece ci insegnano a combattere l'intolleranza, l'ingiustizia, l'odio e la violenza. Abbiamo bisogno di leggi che proteggano le persone -- non che le umiliino, ridicolizzino, perseguitino e le uccidano in massa.

Rifiutando questa pericolosa proposta di legge e associandoci alla forte opposizione contro di essa, possiamo contribuire a creare un importante precedente. Aiutiamo tutti insieme i difensori dei diritti umani in Uganda e, fermando questa proposta di legge, salviamo delle vite – firma qui ora, e poi dillo ai tuoi amici e parenti:

http://www.avaaz.org/it/uganda_rights/?vl

con speranza e determinazione,

Alice, Ricken, Ben, Paul, Benjamin, Pascal, Raluca, Graziela e tutto il team di Avaaz

FONTI (INGLESE)

Lettera africana diretta al Presidente dell'Uganda perchè non approvi la proposta di legge Anti-omossessualità:


http://www.africafiles.org/article.asp?ID=22761

Un capo della Chiesa di Uganda definisce la proposta di legge anti-gay come "genocida":
http://www.guardian.co.uk/katine/2009/dec/04/gideon-byamugisha-homosexuality-bill

Valutazione dell 'impatto della Bozza di Legge Ugandese Anti-Omosessualità sui Diritti Umani, di Sylvia Tamale, Preside della Facoltà di Legge presso l 'Università di Makerere, Uganda:
http://www.zeleza.com/blogging/african-affairs/human-rights-impact-assessment-uga

Uganda ReligioneDato 1991% 1991Dato 2002% 2002
cattolicesimo7.426.51144,510.242.59441,9
chiesa anglicana6.541.83039,28.782.82135,9
islam1.758.10110,52.956.12112,1
pentecostali-----1.129.6474,6
chiesa cristiana avventista del settimo giorno179.6241,1367.9721,5
chiesa ortodossa4.7380,035.5050,1
altre confessioni cristiane101.9140,6286.5811,2
bahai-----18.6140,1
altre confessioni non cristiane658.9874,0159.2590,7
religioni tradizionali-----241.6301,9
Totale16.671.705100,024.433.132100,0

Nessun commento: