1 agosto 2010

MONTENEGRO SODDISFA REQUISITO D'ADESIONE ALL'UNIONE E PROTEGGE LE PERSONE LGBT DALLE DISCRIMINAZIONI

Il 27 luglio 2010, il Parlamento del Montenegro con una larga maggioranza (67 voti favorevoli, 6 voti contrari e 4 astenuti) ha adottato tutte le leggi inclusive contro la discriminazione che vieta ogni discriminazione in sulla base di varie caratteristiche, tra cui l'orientamento sessuale e identità di genere.

ILGA-Europe accoglie con favore questo sviluppo e si congratula con i parlamentari del Montenegro, i diritti umani e attivisti LGBT con questo importante passo verso il rispetto dei diritti umani di tutti i cittadini.

Allo stesso tempo, ILGA-Europe esprime la sua delusione per le dichiarazioni di Mr. Ferhat Dinosha, il ministro dei diritti umani e delle minoranze, che aveva ripetutamente contro la tutela per le persone LGBT dalle discriminazioni sulla base del 'codice morale della società' .

Il Montenegro è un paese potenziale candidato per l'adesione all'Unione europea e l'ultimo dei Balcani occidentali ad adottare una legge globale contro la discriminazione.

Ex Repubblica jugoslava di Macedonia (FYROM), mentre ha adottato la legge anti-discriminazione nel mese di aprile 2010, ha cancellato il motivo dell'orientamento sessuale dalla legge e trarre critiche da varie istituzioni internazionali e dell'Unione europea e le ONG.

Lilit Poghosyan, ILGA-Europa Politica & programmi Officer, che sovrintende il lavoro dell'organizzazione nei Balcani occidentali, ha detto:

"Ci congratuliamo con il Montenegro, con questo importante atto legislativo e sono felice di vedere che tutti i paesi dei Balcani occidentali, ma Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia, ha introdotto una legislazione anti-discriminazione che fornisce protezione contro la discriminazione su tutti i sei motivi, tra cui l'orientamento sessuale, richiesto dalla UE".

Nessun commento: