7 ottobre 2010

BULLISMO OMOFOBICO: LA PREVENZIONE E' SUL WEB

FATE CIRCOLARE QUESTE NOTIZIE IL PIU' POSSIBILE, SPECIE CHI LAVORA NELLA SCUOLA O NELLE ISTITUZIONI. TUTT** SIAMO CHIAMAT** A COLLABORARE.

L'OMOFOBIA, ODIO DELLE DIVERSITA' DI GENERE E COMPORTAMENTO SESSUALE, E' ODIO CONTRO I PROPRI SIMILI, ODIO DISCRIMINATORIO E ANTI-UMANO.

L'ODIO OMOFOBICO VA COMBATTUTO CON L'INFORMAZIONE, TUTTI I GIORNI A TUTTE LE ORE, IN TUTTI I LUOGHI E OVUNQUE SI ANNIDI.

L'ODIO OMOFOBICO VA DENUNCIATO E CONTRASTATO DA TUTTI COLORO CHE LO SUBISCONO, MA ANCHE DA TUTTI COLORO CHE LO VEDONO SUBIRE.

L'ODIO OMOFOBICO VA INDIVIDUATO, DENUNCIATO E CONTRASTATO DA CHIUNQUE NON SI VOGLIA ASSUMERE LA RESPONSABILITà DI DIVENTARNE COMPLICE.

Il progetto di lavoro di bullismoomofobico.it può essere un eccellente esempio di iniziativa diffusa da sostenere e replicare.

GRAZIE.







06 ottobre 2010

Il Dottorato di Ricerca in Studi di Genere, il Dipartimento di Scienze Relazionali, il Dipartimento di Neuroscienze ed il Centro Sinapsi dell'Università degli Studi di Napoli Federico II attraverso il sito web www.bullismoomofobico.it lanciano una campagna di prevenzione e del contrasto del bullismo omofobico attraverso il web.

bullismoomofobico.it (già recensito da gay.it nel Dicembre 2009) offre uno spazio di ascolto, aiuto e sostegno a quanti sono coinvolti perché subiscono, agiscono o sono spettatori di episodi di bullismo omofobico (adolescenti, famiglie, insegnanti, operatori sociali). Si tratta di uno spazio protetto in cui liberamente esprimere ed elaborare vissuti, difficoltà ed ansie oppure chiedere aiuto, consiglio per capire come intervenire, reagire e contrastare tali prevaricazioni. Negli ultimi anni, il gruppo napoletano, coordinato dal Prof. Paolo Valerio e dalla Dott.ssa Anna Lisa Amodeo, che si occupa di questa tematica, ha condotto un intervento di prevenzione al bullismo omofobico (per info: CLICCA QUI), realizzando un progetto in una scuola della periferia diNapoli al termine del quale i ragazzi hanno realizzato un cortometraggio di prevenzione al bullismo omofobico.

Bullismoomofobico.it è tuttavia consapevole del fatto che chiedere aiuto perché si è vittima di bullismo omofobico vuol dire portare l'attenzione sulla propria sessualità con i relativi vissuti di ansia, timore e vergogna di deludere le aspettative genitoriali e sociali. Le comunicazioni on-line con le loro caratteristiche di distanza e anonimato possono quindi rappresentare delle risorse utili nel dare supporto agli attori di questa particolare forma di bullismo. Inoltre Gli adolescenti LGBT e gli adolescenti vittima di episodi di violenza e discriminazione sono una popolazione fortemente "invisibilizzata" che in qualsiasi momento della propria esistenza possono vivere una situazione di esclusione, internet può essere un'ancora di salvezza, uno spazio virtuale dove possono essere se stessi senza rischi fisici, un luogo dove non devono sopportare le minacce di chi li rifiuta.

È per questi motivi che la prevenzione passa on-line. È stato avviato un gruppo di discussione sul forum di bullismoomofobico.it dove, partendo da questo video (1° Parte Link: http://www.youtube.com/watch?v=KQVanjVTGbs - 2° Parte Link: http://www.youtube.com/watch?v=-qLmF_Z4-is) la domanda a cui rispondere è molto semplice: "Vi va di visionarlo e poi dirci che cosa vi è venuto in mente???".

Per partecipare alla discussione questo è il link: http://www.bullismoomofobico.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=280

Aiutaci a promuovere l'iniziativa chiedendo ai tuoi contatti di collaborare alla discussione on line, oppure pubblicando questo comunicato stampa, oppure promuovendo questo link: http://www.bullismoomofobico.it/contenuto.php?cod=74&coda=188&arg=Un-video-contro-il-bullismo-omofobico-

Grazie per la collaborazione

Redazione di bullismoomofobico.it - Università degli Studi di Napoli "Federico II", Dipartimento di Scienze Relazionali "G. Iacono" - Via Porta di Massa,1 – 80133 Napoli, Italia

Nessun commento: