15 marzo 2012

ASSOCIAZIONE 'LUCA COSCIONI' - NEWSLETTER

Associazione Luca Coscioni per la libertà della ricerca scientifica

Newsletter quindicinale. Numero 9 – 15 marzo 2012
a cura di Carlo Troilo

per iscriversi e contribuire: www.lucacoscioni.it/contributo

Quindici giorni di bioetica

Tema in evidenza è quello dell'Alzheimer. Il Sole 24 Ore ha pubblicato un ampio articolo ("Vivere 120 anni in pessima salute") di Arnaldo Benini, neurologo, che illustra le origini e le dinamiche della malattia e pone il problema del suo dilagare, legato all'invecchiamento della popolazione mondiale. Drammatica la conclusione: "Quasi tutti coloro che dovessero raggiungere – come oggi si profetizza con giubilo - 120/130 anni sarebbero dementi e spesso anche ciechi e sordi". E' un articolo che dovrebbe destare interesse e polemiche perché di questo tema, in Italia, nessuno si occupa seriamente. Eppure già oggi ci sono nel nostro Paese 500 mila malati di Alzheimer ed altri 50 o 60 mila se ne aggiungeranno ogni anno.

Tra le molte "perle" sulle questioni bioetiche ricordo anche i contorcimenti delle gerachie ecclesiastiche dinanzi a realtà che non possono frenare. Così, in un nuovo documento la CEI ammette la cremazione, ma senza disperdere le ceneri (una pratica che solleva perplessità soprattutto "quando sottintende concezioni panteistiche o naturalistiche"). Ma un vescovo, per rassicurarci, aggiunge che anche dalle ceneri Dio può ottenere la resurrezione della carne. Resiste però, in questo campo, un'ultima trincea: continua a non essere ammessa la possibilità di celebrare i funerali in casa.

NOTIZIE DALL'ITALIA

Contrassegno Disabili Europeo [29 febbraio] - E' il tema di una lettera della Associazione Luca Coscioni ai ministri Patroni Griffi e Passera in cui si chiede che venga adottato, in tempi brevi, il provvedimento necessario a dare materialmente corso al Contrassegno, che è in grado di concorrere, sotto diversi aspetti, a rendere più semplice la mobilità delle persone con disabilità. Per saperne di più

Resa dei conti in Vaticano [29 febbraio] – Con questo titolo un articolo di Marco Politi su "Il Fatto Quotidiano" descrive le polemiche e gli scontri fra le alte gerachie del Vaticano. Secondo Politi "Il carteggio fra Bertone e Tettamanzi mostra i punti deboli del segretario di Stato, che ha compiuto errori fatali come frenare la trasparenza all'interno dello IOR". Per saperne di più (dal sito del Fatto Quotidiano)

Obiezione farmacisti [1° marzo] - "Avvenire" si occupa della obiezione di coscienza dei farmacisti per la vendita della pillola Ella One e riporta pareri di medici secondo cui non si tratta di un anticoncezionale di emergenza ma di un farmaco abortivo. Condividono questa posizione Francesco D'Agostino ed Eugenia Roccella, che chiedono l'intervento dell'Ordine in difesa dei farmacisti obiettori. In un altro articolo il quotidiano dei Vescovi critica duramente Filomena Gallo, segretario dell'Associazione Luca Coscioni, ed Emma Bonino, vicepresidente del Senato, che durante la presentazione del libro di Chiara Lalli 'C'è chi dice no. Dalla leva all'aborto. Come cambia l'obiezione di coscienza' hanno definito inesistente l'obiezione di coscienza in questi casi (titolo: "Radicali senza freni. Stop alla farmacie che obiet tano"). Filomena Gallo replica ad "Avvenire" ricordando che il 6 giugno 2011 la Società Italiana della Contraccezione (SIC) e la Società Medica Italiana per la Contraccezione (SMIC) hanno redatto un documento comune (Position paper sulla contraccezione d'emergenza per via orale) che parte dalla definizione di contraccezione d'emergenza fornita dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, secondo cui la contraccezione d'emergenza è una "metodica contraccettiva", poiché "può solo prevenire e non interrompere una gravidanza". L'avvocato Gallo ribadisce che l'Associazione Luca Coscioni denuncerà i farmacisti che rifiutano di vendere la pillola del giorno dopo e i medici che rifiutano di prescriverla. I moduli si possono trovare sul sito dell'Associazione Luca Coscioni a questo indirizzo. Per saperne di piu'

SLA [1° marzo] - Ricercatori italiani hanno messo a punto un sistema che consentirebbe anche ai malati più gravi di SLA di comunicare non attraverso movimenti ma con la lettura del pensiero. L'apparecchio, in fase di sperimentazione, si chiama "Brindisys".

Malattie rare [1° marzo] – La giornata delle malattie rare celebrata il 29 febbraio 2012 - ha dichiarato Filomena Gallo – deve indurre Parlamento, Governo e Regioni ad assumere iniziative concrete per un problema che appare come una emergenza sanitaria. Dalla raccomandazione sul tema del Consiglio Europeo dell'8 giugno 2009 ad oggi, in Italia non è stato ancora adottato un piano nazionale sulle malattie rare. Per saperne di più

Donazione organi [5 marzo] - La regione Umbria ha varato un progetto pilota per cui la disponibilità a donare gli organi sarà riportata, su base volontaria, sulla carta di identità.

Cura Di Bella [6 marzo] - La Corte di Cassazione ha deciso che non sarà possibile ordinare al Servizio Sanitario Nazionale di erogare gratuitamente la cura Di Bella contro il cancro, come aveva fatto nei giorni precedenti il Tribunale di Bari.

Funerali Dalla [6 marzo] - "Lucio Dalla - ha dichiarato Mina Welby - è potuto entrare in cattedrale per il funerale perché non aveva mai detto di essere gay. Piergiorgio Welby chiese di morire e quando accadde gli fu negato il funerale in Chiesa, benché io da cristiana lo avessi desiderato per lui. Sono trascorsi gli anni ma la situazione in Italia è sempre quella: la Chiesa scomunica la forma, perché non ha la forza per intervenire sulla sostanza". Per saperne di più

Testamento biologico [7 marzo] - In occasione della presentazione a Roma del libro di Carlo Troilo "Liberi di morire" Emma Bonino e il senatore Ignazio Marino hanno convenuto sul fatto che la legge non verrà approvata entro la legislatura: "e se fosse ripresa – ha aggiunto la Bonino - sarebbe drammatico". Il Governo – ha dichiarato Marino - ha gia' detto che non se ne vuole occupare, e la maggioranza uscita dalle elezioni del 2008 era interessata a questi temi soltanto per motivi strumentali". Sullo stesso tema il segretario nazionale del PdCI Oliviero Diliberto – prendendo spunto dalle vicende di un dirigente del suo partito gravemente malato – ha sostenuto la necessità di "dare al nostro Paese una moderna, laica e seria legge sul testamento biologico". Per saperne di più sulla presentazione del libro

Movimenti pro life [8 marzo] - Il 13 maggio si terrà a Roma la seconda "marcia per la vita" (la prima si era svolta l'anno scorso sul lago di Garda), organizzata da una serie di associazioni pro-life. Analoga l'iniziativa della "Alliance Vita" in Francia. Alla vigilia delle elezioni del 22 aprile partirà un "giro di Francia" (50 città) il cui slogan - riferito alle posizioni del candidato socialista Hollande - è "La tentazione della eutanasia".

Veronesi su sanità [10 marzo] - Sul "Corriere della Sera" Umberto Veronesi illustra le sue proposte per un moderno sistema sanitario: chiudere le strutture obsolete e realizzarne di nuove con massimo 400 posti letto; tempo pieno per i medici; abolizione dei ticket e assicurazioni private per i più ricchi. Per saperne di più

Malasanità [10 marzo] – Polemiche sulla stampa romana e fra i politici per la nomina, da parte della Regione Lazio, di un dentista a responsabile dei trapianti.

Alfano su unioni civili [10 marzo] – "Se la sinistra andrà al governo – dichiara il segretario del PDL – farà quello che ha fatto la sinistra in Spagna: il matrimonio tra uomini, le coppie di fatto. L'alleanza Di Pietro, Vendola e Bersani – aggiunge Alfano - va nella direzione dello zapaterismo, un germe che rischia di attaccare i valori che noi difendiamo, come abbiamo fatto con il decreto legge su Eluana Englaro, la difesa della vita sin dal concepimento oppure i tanti no che abbiamo detto sullo scardinare la famiglia". Durissime reazioni dal PD, da SEL e dall'IDV, netto distinguo anche da Flavia Perina (FLI).

Italia e OGM [10 marzo] - I giornali scrivono che l'Italia riapre il discorso sugli OGM, dopo che il ministro dell'Ambiente Corrado Clini ha dato parere favorevole al nuovo pacchetto normativo proposto dalla UE. In realtà non c'è ancora un accordo fra i ministri dei vari Paesi. Su questo tema, in un ampio articolo sul "Corriere della Sera", Antonio Pascale attacca l'alleanza anti-ogm fra Lega, Verdi e destra retrò ed illustra i molteplici vantaggi degli OGM. Leggi la dichiarazione di Maria Antonietta Farina Coscioni, Presidente Onorario dell'Associazione Luca Coscioni.

Procreazione assistita [12 marzo] - Su "Panorama.it" un quadro dei progressi nella procreazione assistita: aumentano i successi e cresce l'età delle madri; buone notizie per i tre milioni di coppie infertili italiane. Su "Repubblica" del 13 marzo un positivo commento ed una intervista a Filomena Gallo in vista della sentenza di maggio della Corte Costituzionale sulla fecondazione eterologa: la legge attuale costringe le coppie infertili ad emigrare. Per saperne di più

Ricerca scientifica [12 marzo] - Sul "Sole 24 ore" un quadro delle iniziative e delle risorse (tre miliardi di euro) messe in campo dalle Regioni per incentivare la RS e l'innovazione. Per saperne di più

Terapia del dolore ed eutanasia [12 marzo] - Anticipando i temi di una convention che si terrà a Milano, Fabio Marchettini, in una intervista al "Giornale", traccia un quadro della situazione della terapia del dolore in Italia, di cui è un esperto, affermando che chi acconsente a favorire la morte di un malato, anche terminale, "è un medico frustrato, perché sopprimere il dolore non è solo un problema tecnico ma una conquista di civiltà".

Bioetica: radicali a Milano [13 marzo] - I radicali di Milano iniziano la raccolta delle 5.000 firme per la presentazione di delibere comunali di inziativa popolare: "Tre – spiega il consigliere comunale radicale Marco Cappato – le nostre proposte: il testamento biologico; la regolamentazione della attività delle prostitute, per ridurre l'influenza della malavita nel settore; le stanze salvavita per aiutare i drogati".

Vivisezione [14 marzo] - Polemiche per gli interventi legislativi che, recependo una direttiva comunitaria, pongono condizioni e limiti alla sperimentazione sugli animali e in particolare alla vivisezione. Contrari il prof. Garattini ed altri scienziati: senza la sperimentaziomne sugli animali – dicono – l'AIDS sarebbe ancora una malattia mortale. Invita alla cautela il prof. Veronesi, secondo il quale per gli animali andebbero seguiti criteri analoghi a quelli adottati per la sperimentazione sugli uomini. Leggi il comunicato dell'Associazione Luca Coscioni.

NOTIZIE DAL MONDO

Aborto Olanda [1° marzo] - "El Pais" riporta un articolo della rivista "Pediatrics" in cui si denuncia il fatto che nell'ospedale di Groningen si pratica l'aborto sui neonati con spina bifida. Secondo la rivista in questo caso non sussisterebbe il presupposto del "dolore insopportabile" previsto dalla legge olandese sulla eutanasia.

Sì all'infanticidio? [2 marzo] - Due giovamni studiosi italiani emigrati in Australia hanno pubblicato sul "Journal of Medical Ethics" un articolo in cui sostengono che in determitati casi (gravi malformazioni) l'infanticidio sarebbe legittimo come l'aborto. Polemiche vivacissime sulla proposta, che "Avvenire" definisce "puro orrore". Il presidente della Consulta di bioetica Maurizio Mori ha condannato, in una dichiarazione, le minacce di morte e gli insulti ricevuti dai due giovani studiosi. Senza entrare nel merito del discorso, Mori difende la libertà di dibattito su tutti i temi bioetici.

Tatuaggi [1° marzo] - "The Independent" scrive che negli USA sono sempre più numerose le persone che si fanno tatuare sul corpo indicazioni sanitarie. Frequente la scritta "non rianimare", che il giornale definisce "una sorta di testamento biologico".

USA contraccezione [4 marzo] - Il presidente Obama ha fatto una telefonata di solidarietà a una studentessa che nel corso di un popolare programma televisivo era stata definita "sgualdrina" per aver criticato le assicurazioni sanitarie che non prevedono rimborso per i contraccettivi ("quest'anno ho speso 1.000 dollari", ha dichiarato). Durissima la reazione del candidato iper cattolico Sanctorum: Obama – ha detto – è il paladino "del preservativo di Stato".

Farmaci in Europa [6 marzo] – Antonio Tajani, vice presidente della Commissione Europea, illustra sul "Messagero" una nuova direttiva comunitaria in fase di elaborazione grazie alla quale sarà possibile ridurre il prezzo dei farmaci ed accelerare la loro entrata sul mercato dopo la fase di sperimentazione.

Unioni gay in USA [7 marzo] – "La Repubblica" pubblica un'ampia inchiesta di Vittorio Zucconi sui matrimoni omosessuali, ormai ammessi da otto Stati. Zucconi ripercorre le varie tappe che hanno portato a questo risultato ed esamina le posizioni politiche di Obama e dei suoi rivali. Assieme alla inchiesta di Zucconi, il quotidiano pubblica un commento di Stefano Rodotà molto critico sulla politica italiana che ignora le indicazioni della Corte Costituzionale sui matrimoni gay e in alcuni casi cade nella più vieta omofobia. Per saperne di più

Sanità USA [10 marzo] - Il "New York Times" scrive che in vista della decisione della Corte Suprema sulla riforma della sanità voluta dal presidente Obama la Casa Bianca si sta informalmente attivando per una decisione favorevole, mentre il dibattito si fa più vivo tra le forze politiche e la popolazione.

Unioni gay in Gran Bretagna [12 marzo] – Il premier David Cameron ha dichiarato di voler legalizzare i matrimoni gay perché "la società è più forte quando si assumono obblighi reciproci e solenni". Sostegno da Tony Blair, che pur essendosi convertito alla religione cattolica ha detto: "Sto dalla parte di Cameron e non del Papa". Reagiscono negativamente ma con misura la Chiesa cattolica e quella anglicana. Chiude il discorso il ministro per le Pari Opportunità Lynne Featherstone, che si dice contraria ad ogni discorso omofobico. In Gran Bretagna, dove le unioni civili sono riconosciute dal 2005, i sondaggi dicono che i favorevoli al matrimonio gay sono 44 su 100 (34 contrari).

OGM Francia [13 marzo] - Ampio articolo su "Les Echos" critico con il governo francese e la sua ferma opposizione agli OGM.

Aborto USA [13 marzo] - Il "New York Times" dà notizia di una proposta dei Repubblicani per una legge che renda obbligatorio, per le minorenni che vogliono abortire, il consenso dei genitori. Secondo il quotidiano è una legge contraria alle indicazioni date in passato dalla Corte Suprema e che spingerebbe molte minorenni (che temono le reazioni anche violente dei genitori) all'aborto clandestino.

Eutanasia GB [13 marzo] – Tony Nickilson, un uomo di 57 anni che dal 2005, dopo un ictus, soffre della "locked in syndrome", ha ottenuto dall'Alta Corte che un giudice valuti la sua richiesta di chiedere aiuto per morire senza che il medico possa essere incriminato, essendo la vita di Tony "intollerabile". "Ha vinto il primo round", scrive "The times", che giudica "storica" la sentenza. In un altro articolo "The Times" riporta il parere degli avvocati di Tony, secondo i quali si può applicare il questo caso la fattispecie della "defence of necessity" (stato di necessità).

Famiglia e gay in Europa [14 marzo] - Il Parlamento Europeo ha approvato il rappporto di Sophia in 't VELD (Gruppo dell'Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa), che riafferma la parità dei diritti tra uomo e donna e chiarisce che i governi dei Paesi membri non devono dare "definizioni restrittive di famiglia" al fine di negare diritti e tutele agli omosessuali e ai loro figli. Inoltre, è passata la richiesta alla Commissione di stilare proposte per il riconoscimento delle unioni gay tra gli stati membri che già le ammettono. E anche quella rivolta al Consiglio europeo di "riaffermare il principio di uguale trattamento senza distinzione di religione o credo, disabilità, età o orientamento sessuale".

Puoi sostenere l'Associazione Coscioni anche destinandole il 5 x 1000 nella tua dichiarazione dei redditi (modello CUD, modello 730, modello Unico).

Per destinare il 5 per mille all'Associazione Coscioni è sufficiente apporre la propria firma nel riquadro "Sostegno del volontariato, delle associazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale, delle associazioni riconosciute" e riportare il codice fiscale dell'Associazione Coscioni: 97283890586

Nessun commento: