20 maggio 2012

'CERTI DIRITTI' NEWS

Seguici anche su Facebook | Youtube | Twitter

 Ciao tutt**
lo sapevate che il 43,9% degli italiani è favorevole al matrimonio tra persone dello stesso sesso e il 62,8% alle unioni civili? Che il 20% è favorevole alle adozioni da parte di due mamme o due papà e che per il 41,4% non è accettabile un insegnante di scuola elementare omosessuale? Sono questi i dati, alcuni incoraggianti altri molto meno, diffusi dall'Istat in occasione della Giornata Internazionale contro l'omofobia e la transfobia in un incontro con il presidente della Camera Fini, al quale abbiamo consegnato una lettera aperta. Qui trovi il testo della lettera e Qui il report Istat.
Ieri abbiamo incontrato anche i rappresentati della Global Initiative for Sexuality and Human Rights (Gishr) dell'Ong Heartland Alliance, che opera in diversi Paesi per la promozione e la difesa dei diritti umani, e consegnato insieme a Radicali Roma le oltre 8mila firme raccolte in tre mesi per una proposta di delibera comunale sui diritti delle famiglie non matrimoniali. Qui le foto.
In occasione della Giornata Mondiale contro l'omofobia è uscito anche il rapporto annuale sui diritti LGBT di ILGA-Europe, organizzazione della quale siamo membri, dove l'Italia è tra gli ultimi paesi insieme a Estonia, Grecia, Kossovo e Polonia.

Ieri però sono arrivate importanti aperture da parte del governo italiano:
- il ministro Elsa Fornero: "oggi le famiglie di fanno e si disfano, le coppie di fatto chiedono di essere considerate famiglie, ci sono coabitazioni di persone dello stesso sesso che chiedono la stessa cosa … non possiamo far finta di niente. Abbiamo il dovere di riflettere";
- il ministro Riccardi apre alle famiglie non matrimoniali nel Fondo nazionale per la Famiglia, dopo le nostre sollecitazioni;
- il ministro Profumo sollecita la scuola a operare attivamente contro l'orrore dell'omofobia e del bullismo;     

- il Ministero dell'Ambiente retto da Corrado Clini sostiene la festa delle Famiglie organizzata da Famiglie Arcobaleno, i genitori gay, e Legambiente il 20 maggio prossimo;
- il ministro Giarda invia una nota al ministro Cancellieri dopo la nostra lettera in cui chiedevamo, tra le altre cose, il ritiro della circolare Amato che vieta la trascrizione dei matrimonio same-sex celebrati all'estero per motivi di ordine pubblico.
Oggi l'ex ministro Galan  auspica più diritti per tutti e si dice favorevole anche alle adozioni "perché sono dalla parte dei bambini". L'Italia dei Valori si definisce primo partito d'Italia favorevole al matrimonio gay, Bersani non ce la fa.

Emma Bonino ha dichiarato: «i Radicali si impegnano da tempo per il riconoscimento delle convivenze e dei matrimoni tra omosessuali. Il vero problema è che spesso la politica è più indietro delle società e spesso lo è per ragioni di poteri e di influenze».

Perché quello che conta alla fine sono i fatti, ad esempio le dieci proposte radicali in Parlamento su matrimonio tra persone dello stesso sesso, unioni civili, adozioni ma soprattutto su una riforma complessiva del diritto di famiglia visto che l'ultima risale al 1975.

Quello che conta è il sostegno dato in questi anni da Radicali Italiani alle iniziative legali, intraprese dall'associazione radicale Certi Diritti con la campagna di Affermazione Civile, per il riconoscimento del matrimonio per tutti.
Continua la raccolte firma per una Milano radicalmente nuova: su Radio Radicale puoi ascoltare la  presentazione della campagna sulle 5 delibere di iniziativa popolare. A Milano il 25 maggio ricorderemo anche il nostro compagno e attivista gay David Kato Kisule, ucciso il 26 gennaio 2011 in Uganda.

Altri link importanti:
- 4 giovani gay rischiano la morte in Iran. Firma la petizione per chiedere di salvarli >
- Spending Review: la senatrice Donatella Poretti e Matteo Mainardi di Certi Diritti chiedono anche per le adozioni tagli alla spesa con l' allargamento dei diritti a single e coppie conviventi
- L'unione laica contro tutte le discriminazioni su Radio Radicale. Tra gli interventi quello di Yuri Guaiana, segretario di Certi Diritti >
- Fuor di pagina - la rassegna stampa di Certi Diritti dell'11.5.12 Ascolta su radio radicale> Potcasting>
- Su LiberiTV: da Napoli a Dar es Salaam. Conversazione sulle libertà sessuali, con Roberto Gaudioso,  tesoriere dell'Associazione Radicale "Per la Grande Napoli".

Sul nostro sito trovi i consigli dell'associazione radicale Certi Diritti per destinare il tuo 5 per mille e 8 per mille.

Certi Diritti non può ancora ricevere il 5 per mille e tutto ciò che fa è solo grazie all'autofinanziamento di iscritti e sostenitori che decidono ogni anno di sostenere le battaglie contro la dilagante sessuofobia italiana. 

 
Per questo, anche se non vuoi iscriverti, ti invitiamo a versare un contributo libero che per noi può fare la differenza.
Qui trovi tutte le modalità per farlo. Grazie.


Nessun commento: