25 agosto 2012

INVITO A CELEBRARE IL 187° COMPLEANNO DI KARL HEINRICH ULRICHS

Per celebrare il 187 compleanno di Karl Einrich Ulrichs andrò domani a ricordare affettuosamente e festosamente questo grande eroe gay della civiltà umana, che pochi conoscono nella cosiddetta comunità lgbt, e di cui nulla è scritto nei libri di scuola, ancora.

Sarò al Cimitero monumentale de L'Aquila, alle 12 davanti all'ingresso, col mio compagno da più di quarant'anni ormai nelle lotta per il diritto di ciascuno e di tutti a vivere e veder rispettata e riconosciuta pariteticamente la propria sessualità e affettività, ovunque nel mondo.


Ci sarò assieme a chi vorrà e potrà esserci, com'è ormai una affettuosa tradizione "familiare", per ricordare con affetto e ammirazione come nel lontano 1867, proprio nel giorno del suo 43° compleanno Ulrichs rivendicò eroicamente e orgogliosamente la propria "identità di genere" URNINGO, davanti ai 500 membri dell'Associazione dei Giuristi Tedeschi riuniti a Monaco, denunciando come l'introduzione del famigerato Paragrafo 175 ( poi approvato nel 1871) sarebbe servita a perseguitare con sanzioni, carcere e persino la morte chi fosse o fosse ritenuto omosessuale.

Come ogni anno rinnoveremo l'omaggio a quest'uomo, forse uno dei più rivoluzionari degli ultimi due secoli, in una semplice cerimonia di saluto e ricordo, da quando fortunosamente Massimo Consoli, sulle tracce fornite da Paul Nash, riuscì a individuare la pietra corrosa sotto cui riposano i suoi resti e con lo spirito con cui dei nipoti affettuosi possono festeggiare e manifestare ammirazione e riconoscenza a colui che, per primo fin dalla caduta dell'Impero Romano sotto le leggi del Cristianesimo, storicamente ha avuto il coraggio di denunciare l'assoluta intollerabilità della criminalizzazione, soprattutto ope legis, di chi non sia e non sia disponibile ad omologarsi a comportamenti sessuo-affettivi lontani dalla sua libertà di scelta.

Così, come si conviene  per i compleanni, porterò, porteremo anche qualche piccolo omaggio nel luogo dove riposa il suo corpo fisico ormai da più di un secolo, accompagnandolo col nostro saluto, e la nostra preghiera laica della meditazione comune attorno alla sua lapide, restaurata ma ancora poco leggibile.
Con l'occasione ricordo che quella di domani sarà la 5° celebrazione a L'Aquila senza Luciano Massimo Consoli e la terza da quando Paul J. Nash se n'è  andato e chissà che entrambi non siano riusciti nel frattempo a incontrlo direttamente: ma voglio fin d'ora ringraziare entrambi per averci permesso di accedere a questo pezzo dimenticato, ma enormemente prezioso, della storia della civiltà sessuo-affettiva umana ed europea la cui conoscenza ancora è in gran parte ignorata dalla cultura ufficiale e scolastica, utilizzando le parole stesse di Paul J.Nash sul sito da lui dedicato a Ulrichs :



Lasciate che la gente gay prenda coscienza del fatto che i diritti gay sono stati conquistati così faticosamente, iniziando da una sola voce sola, che apparentemente gridava nel deserto.
Ora le persone gay hanno una ricca tradizione di tali voci, e tutto è cominciato con Ulrichs.
Pensateci e festeggiate !

Chi è  stato Karl Heinrich Ulrichs : il CapoBranco
Perché celebrarlo :
è colui che ha assestato il colpo iniziale all' Idra dell' Omofobia
Il viaggio a L'Aquila, Italia: L'Aquila vale il viaggio

Libro del ricordo 2000 : il 175° Anniversario - Giubileo di Ulrichs

Leggi tutto su di Lui :
'Scritti Gay di Ulrichs  in inglese
Guardate qua
: a L'Aquila, Monaco di Baviera, e Los Angeles
Che succede?
Calendario degli Eventi
E tutto il resto che avreste voluto sapere
: Ulrichsiana
Suggerimenti per il Compleanno
: Esercitate la vostra immaginazione
Tomba di Ulrichs
: non potete andare a L'Aquila? Mettete dei fiori sulla sua tomba "virtuale"!
Centro Studi Ulrichs
Italia sociale
L'Aquila: Mappa con Cimitero Monumentale

Cimitero: mappa del percorso per la Tomba di Ulrichs



E infine un video prodotto da Paul J. Nash e  pubblicato su YouTube da Michel Lombardi-Nash dopo la morte del suo compagno.




Per chi non potrà esserci prego di dedicare un pensiero o quel che vuole inventarsi, per celebrare questo grande eroe omosessuale, dovunque sia e a comunicarlo qui sul blog, nei commenti. Grazie. 

Nessun commento: