22 ottobre 2012

Gli "ex-gay" tessono le loro tele anche in Svizzera

    20 Ott 2012
 
di François Touzain
La grande chiesa evangelica saint Lazare, Bussigny (VD), casa principale di "Torrenti di vita". Foto: Google.

bussigny 

IL Tempio valdese ospita corsi per le persone "in lotta con l'omosessualità". Chi li organizza, il gruppo "Torrenti di vita" è al centro di una polemica in Francia.
I "guaritori dei Gay" sono  rampanti
anche in Svizzera occidentale, come mostra oggi "Time". Piccolo gruppo di ispirazione evangelica recentemente denunciato in Francia, "Torrenti di vita" offre un seminario nel cantone di Vaud. Si è aperto all'inizio di questo mese e dura fino a giugno, ad un costo di 700 franchi. Se il sito dell'organizzazione lo indirizza, con cautela, le persone con "problemi di identità e / o sessualità", il prospetto che viene fornito ogni giorno è più esplicito. È rivolto a persone "alle prese con l'omosessualità".

"Ripristino delle identità"Questa è la Chiesa Evangelica Lazare, Bussigny vicino a Losanna, che ospita le lezioni settimanali, come indicato nel sito, che parla modestamente di  "restaurazione di identità." La comunità è affiliata con le Chiese evangeliche di Revival, un vicino movimento pentecostale, che promuove la riuscita delle "guarigioni" con la preghiera e l'imposizione delle mani.
"Torrenti di vita" deriva dal movimento americano  Desert Stream, ed è membro della Exodus International.In Francia, il gruppo ha recentemente fatto molto parlare di sé. Ha dovuto annullare un corso in programma a Tolosa nel 2011 a seguito alla mobilitazione della comunità LGBT. Il gruppo ha organizzato un seminario in Ardèche, la scorsa estate.
Il sito di All Out ha lanciato una petizione internazionale per vietare queste pratiche, denunciando che esse portano all' "auto-distruzione e al suicidio." Una petizione che ha raccolto più di 68.000 firme ad oggi.
"Senza pretese"Una  rappresentanza di
"Torrenti di vita" residente in Svizzera, dice il gruppo di volontari, è attiva dal 1997. Al momento essa è autonoma da Desert Stream. Definisce i seminari come "senza pretese" e rifiuta il termine "cura dell'omosessualità", perché ha scritto su "Times" "non la consideriamo una malattia". Secondo il suo sito web, "Torrenti di vita"  ha antenne in Svizzera a Bussigny, Ginevra e Ticino. C'è una breve bibliografia, che cita alcune opere di Raffaello Edizioni, una piccola casa situata a Mont Pelerin (VD). Una gran parte del suo catalogo sembra dedicata alle opere dei principali "ex-gay" anglofoni come Mario Bergner canadese o l' americana Leanne Payne.

Nessun commento: