13 settembre 2016

Abbiamo ricevuto un caloroso ringraziamento

Siete incredibili, amici della Fondazione Consoli.
Senza persone come voi, le nostre campagne semplicemente non avrebbero funzionato. Tu e gli altri membri di AllOut in tutto il mondo, siete il fuoco che alimenta le vittorie per l'amore e l'uguaglianza.

Ad esempio, poche ore fa, abbiamo saputo che al pastore americano Steven Anderson non sarebbe stato permesso di entrare in Sud Africa, per diffondere i suoi messaggi di omofobia e di odio.
Questo non sarebbe successo certamente senza il vostro sostegno!
Date un'occhiata a qualcuna delle vostre incredibili vittorie di questi ultimi mesi:

Uganda
Nel mese di luglio, oltre 2.500  membri All Out hanno donato denaro sufficiente a finanziare una settimana dell'Orgoglio in Uganda. E quando la polizia ha fatto irruzione violentemente in un concorso di bellezza di Orgoglio Uganda, esso ha continuato ad esserci.
Dopo il raid, i partecipanti avevano un disperato bisogno di aiuto medico e alloggio sicuro. In meno di 24 ore, i membri All Out hanno donato i 17.900 $ necessari per coprire i costi per le cure delle vittime del raid - tra cui un giovane che era così terrorizzato da gettarsi dalla finestra di un  4 ° piano.
Questi attivisti coraggiosi continuano a combattere, e continueremo a stare solidalmente con loro. Il Pride è stato riprogrammato per il 24 settembre, con il permesso inequivocabile della polizia Ugandese. Restate sintonizzati per  continuare a dare loro il vostro sostegno!
Cina
Xiaoyu Wang è una studentessa a Guangdong University of Foreign Studies in Cina. Quando le foto della sua proposta di unione alla fidanzata sono finite sul web, l'università ha minacciato di trattenere il diploma, i suoi genitori lo hanno dovuto sapere dai media, e la polizia ha distrutto il suo appartamento.
Voi assieme a  oltre 75.000 All Out membri avete preteso che l'università presentasse formalmente le sue scuse.
 Il nostro supporto ha mostrato a Xiaoyu Wang e altri attivisti in Cina che non sono soli e ha contribuito a portare all'attenzione internazionale il trattamento omofobico messo in atto contro gli studenti della loro scuola .
Aruba
Poche settimane fa, un utente All Out in partenza da Aruba chiese una mano per chiedere aiuto a far pressione sul Parlamento di Aruba per far approvare le unioni civili per le coppie dello stesso sesso. Tutti i membri AllOut da tutto il mondo sono entrati in azione.
Con True Colors Aruba e altri partner locali, abbiamo consegnato più di 50.000 firme ai membri del Parlamento. 
E ha funzionato: la scorsa settimana il Parlamento ha detto sì al diritto di amare ed ha approvato le unioni civili!
Sud Africa
E pochi giorni fa al  pastore statunitense Steven Anderson, noto omofobo, è stato ufficialmente vietato di entrare Sud Africa, dove aveva in programma incontri e conferenze per diffondere messaggi di fanatismo e odio.
Il Ministro sudafricano degli affari interni, Malusi Gigaba, ha sottolineato quanto siano state importanti le 60.000 firme di tutti i membri AllOut nell'influenzare questa vittoria per l'amore.
Gli ultimi mesi mostrano la forza del nostro movimento. In tutto il mondo, tutti i membri All Out stanno avendo un impatto reale sulla vita delle persone lesbiche, gay, bi e trans.
Ma l'unico modo in cui potremo realizzare ancora più vittorie come queste è se la gente come voi continua a sostenere questo lavoro.

Da tutti noi qui sulla squadra All Out - grazie per tutto quello che fate,
Matt, Cole, Enrique, Igor, Kate, Leandro, Mathias, Pamela, Sarah, e Yuri

10 settembre 2016

MATRIMONI SAME-SEX CONTRATTI ALL’ESTERO: istruzioni

LA GUIDA DI CERTI DIRITTI.

Roma, 10 settembre 2016

  In seguito alla crescente confusione sulla trascrizione  in Italia di unioni civili e matrimoni tra coppie dello stesso sesso già denunciata, l’Associazione Radicale Certi Diritti mette a disposizione di tutt**  una guida curata da Gabriella Friso con la collaborazione di Andrea Antognoni, esperto Anusca.
  Secondo il suo segretario Yuri Guaiana,  nell'attesa che il Governo faccia chiarezza, è fondamentale dare indicazioni concrete a tutt** coloro che si trovano in difficolta nel trascrivere i propri matrimoni o le proprie unioni civili contratte all’estero, ribadendo la necessità di fare chiarezza e di emanare al più presto i relativi decreti applicativi.

Associazione radicale Certi Diritti
Via di Torre Argentina, 76, Roma, 00186

30 agosto 2016

191°Compleanno di Nonno ULRICHS .



Resoconto della disposizione sul contributo raccolto nell'Ulrichs Day a favore del Comune di Amatrice

Data di invio: 28/08/2016
BONIFICI Area SEPA
La disposizione Area SEPA è stata inviata alla banca.

MORI CLAUDIO MONTORI ALBA
IT31N0569603200000008262X27
BANCA POPOLARE SONDRIO

comune di Amatrice
IT13W0832773470000000005050
BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI ROMA SOC.COOP. A R

BONIFICI GENERICI
Contributo Fondazione Consoli per Parità Diritti come sostegno ricostruzione
Disposizione Scrigno n.: 25641372

125,10 EUR

-

27 agosto 2016

191° Ulrichs Day

Noi ci saremo, con chi ha intelletto d'amore, perchè COMMEMORARE SIGNIFICA RICORDARE, ASSIEME.

Appuntamento domani alle ore 12 all'ingresso del  Cimitero  Monumentale de L'Aquila per ricordare assieme il 191° Compleanno  di Karl Heinrich Ulrichs e il 149° anniversario del suo eroico COMING OUT, il primo della Storia moderna.

Quest'anno, 191°anniversario della nascita di Karl Heinrich Ulrichs non ci sarà la torta Enrichetta ma una di nuova ricetta e ancora senza nome.
 Domani assieme si deciderà come chiamarla.

 Chiediamo a chi la condividerà con noi di dare una offerta libera che come Fondazione Consoli verseremo nel conto della Croce Rossa per il soccorso ai terremotati.

https://www.facebook.com/events/240178159711144/?ti=cl

17 luglio 2016

UNIONI CIVILI e OBIEZIONE DI COSCIENZA

La nuova legge che permette una sorta di unione civile anche per coppie omosessuali, per quanto ancora lontana dalla reale parità, è ormai una realtà che per molti rappresenta comunque un riconoscimento ottenuto.
Ma le polemiche e i distinguo più o meno omofobi non mancano perciò ritengo necessario fare chiarezza e dare qualche consiglio alle coppie e agl* attivist**.

Diversi leader politici, come deputati e senatori, sindaci e assessori, dirigenti e funzionari,  vanno affermando di avere il diritto di non applicare la Legge 76/2016 (Unioni civili e Coppie di fatto), in particolare per quanto riguarda la registrazione delle unioni stesse. 
Questa gente pretende di fare “obiezione di coscienza” facendo riferimento ad anni e anni di lotte, talvolta nobili altre meno, come  chi si rifiuta di obbedire a una Legge che considera contraria alle proprie convinzioni. 
Pertanto è bene puntualizzare qualche indicazione operativa per le coppie o gli attivist**  che si possano trovare in difficoltà, anche se avvocati/e e associazioni saranno certamente in grado di aiutarli nei casi singoli che verranno a crearsi. 

Innanzitutto è necessario che si sappia e si faccia sapere che le nostre leggi NON prevedono l'esistenza  di un generico diritto all’obiezione di coscienza
L’obiezione di coscienza è concretamente prevista e regolamentata SOLAMENTE IN DUE CASI, molto specifici.
Il primo caso è quello della legge sull'aborto n.194 /78, art.9il secondo quello della legge 413 del 1993 sulla sperimentazione animalein entrambi deve essere dichiarata preventivamente. Il caso dell’obiezione di coscienza per il servizio di leva è stato superato di fatto dalla introduzione della leva facoltativa. 
Esiste poi un generico rinvio alla possibilità, da parte dei medici, di rifiutarsi di prestare la loro opera professionale nel caso in cui essi si sentano “in contrasto con la propria coscienza ed i propri convincimenti tecnico-scientifici” (articolo 22 del Codice di deontologia medica, ultima versione 2014).

Al di fuori dei casi su indicati (e sarebbe il caso delle unioni civili) chi pretende di appellarsi a convincimenti personali  per rifiutarsi di svolgere le proprie mansioni ne paga le conseguenze, che in quest'ultimo caso son di natura soprattutto disciplinare; esse dipendono dai Regolamenti e dalle Leggi specifiche di settore, e attivarle è compito dal Dirigente del Servizio di cui fa parte la persona coinvolta e dell’Ufficio del Personale dello stesso ente. 
Le conseguenze disciplinari si applicano anche nei confronti del Dirigente che non sostituisce l' "obbiettore" per garantire lo svolgimento di un servizio, e sono attivate dal suo Direttore o, nel caso dei Comuni, dal Segretario generale e/o dal Direttore del Personale. Ma le conseguenze disciplinari possono essere attivate anche sulla base di un ricorso gerarchico, ovvero attraverso la segnalazione con relazione ( nei termini generalmente prestabiliti di 30 giorni) da parte di chi ha subito la discriminazione.

In ogni caso è opportuno farsi mettere per iscritto gli eventuali dinieghi o almeno avere dei testimoni che dichiarino di aver sentito le frasi di rifiuto di applicare la Legge. 
La possibilità che il rifiuto o l’omissione di atti d’ufficio (articolo 328 del codice penale) si configuri come reato penale esiste, ma meglio affidarsi a un avvocato, amministrativista in questo caso) prima di partire con una causa penale. Anche la responsabilità dell’Ente di cui fa parte questa persona esiste:  è l’Ente che deve fare in modo che la Legge sia applicata, anche sostituendo quei funzionari che ne vogliano intralciare l’attuazione.

Bisogna ricordarsi che: molti di coloro che dicono di non poter compiere un atto o un gesto di attuazione di quanto prescritto dalla Legge dicono il falso, e lo possono dire per due motivi: 
 1) sanno di non poterlo dire ma si fanno forti dell’ignoranza della gente che crede sia vero;
 2) lo dicono per ignoranza vera.
 In entrambi i casi occorre tener ben presente che la Legge sulle Unioni civili parla di “registrazione” della dichiarazione fatta dalle due persone che vogliono unirsi,  operata dall’ “ufficiale di stato civile”, ovvero il Sindaco o suo delegato:  in qualsiasi Comune molte persone possono essere delegate dal Sindaco a svolgere questa funzione. Se anche le persone delegate si rifiutano di applicare la Legge ci si trova probabilmente davanti ad un caso di omissione di atti d’ufficio (quindi penale). 

Infine  la Legge prevede l’importante comma 35 “Le disposizioni di cui ai commi da 1 a 34 “acquistano efficacia a decorrere dalla data di entrata in vigore della presente legge” e quindi nessuno potrà contestare le vostre richieste anche se non fossero pubblicati i Decreti attuativi. 

Per qualunque controversia è però opportuno chiedere consiglio ad un legale di fiducia (meglio se con specializzazione amministrativa) od ad una associazione lgbti .

 Buona unione civile a tutt**

Fondazione Luciano Massimo Consoli