12 marzo 2008

OMOdiario elettorale

Diario elettorale, 14 marzo. Roma, Rutelli riconosce le difficoltà nei sondaggi, i socialisti con Grillini ago della bilancia

le difficoltà del candidato del Pd a Roma stanno tutte nell'errore dell'aver voluto l'election day e nell'avere imposto un candidato che è tutt'altro che una novità e che per di più ha un profilo ultraclericale inviso alla maggioranza dei laici romani

Francesco Rutelli riconosce le difficoltà di consenso per la coalizione raccolta attorno al Pd per le elezioni romane. I sondaggi sono chiari: a Roma ci sarà il ballottaggio e ciò che farà la differenza saranno i socialisti con il candidato sindaco Franco Grillini che saranno l'ago della bilancia per il secondo turno.

Il 2,4% che i sondaggi attribuiscono a Grillini rappresenta quel differenziale al raggiungimento del 50% allo schieramento di centrosinistra.

E sarà un voto che al secondo turno peserà al di la del dato numerico.
Le difficoltà del candidato del Pd a Roma stanno tutte nell'errore dell'aver voluto l'election day e nell'avere imposto un candidato che è tutt'altro che una novità e che per di più ha un profilo ultraclericale inviso alla maggioranza dei laici romani.

Rutelli ha aspettato una settimana per avere il disco verde dal vicariato come dice un grande quotidiano nazionale e Roma è l'unica capitale del mondo libero dove i candidati vengono certificati da una religione.

FRANCO GRILLINI [deputato socialista candidato a sindaco di Roma]

Nessun commento: