16 aprile 2008

Chianciano Terme: Assemblea dei Mille, dal 2 al 4 maggio 2008

I lavori si svolgeranno presso il Centro Congressi Excelsior, Via Sant’Agnese (Piazza Italia), con inizio alle ore 15 di venerdì 2 maggio e si concluderanno a metà pomeriggio di domenica 4 maggio 2008.

Durante un lungo "ponte", dal 2 al 4 maggio, a Chianciano, è convocata una grande "Assemblea dei Mille", assemblea "aperta", per discutere sul da farsi (e se possibile adottarlo) dopo l'elezione del Capo (del Governo): Berlusconi o, in alternativa, del Presidente (del Consiglio): Veltroni. Ma già fra pochi giorni, ormai, sapremo chi e cosa l'Italia avrà scelto. Noi convintamene riaffermiamo la nostra scelta, il nostro auspicio: Veltroni. Siamo convinti che la nostra Alternativa, la urgente Riforma di un Regime che non è democratico, non è uno Stato di Diritto, consigli questo percorso.

Qui, torna a farsi valere l'attualità estrema di una forza, di una strategia che è stata ed è quella della Rosa nel Pugno: laica liberale socialista radicale. Oggi possiamo aggiungere: radicalmente Federalista, gandhiamente nonviolenta. Consapevoli di questo abbiamo voluto e saputo tenere ben fisso il timone. Abbiamo non subìto ma accettato l'impensabile per qualsiasi altra forza politica, tutte - come sono - alla ricerca della loro "identità", ricerca tanto più disperata quanto più si tratti di una identità "nuova" in luogo di una defunta.


Quanto alla nostra non è un problema: scolpita - come è - nel vissuto, nella storia di questo paese, e sempre più anche in quella ideale e pratica nel mondo contemporaneo. Avevamo da tempo previsto che una gravissima scelta nell'oggi sarebbe stata necessariamente quella fra Berlusconi o Veltroni. Anche nel Governo del proprio tempo e dei propri territori l'impopolarità è scelta obbligata, naturale, se non si sia disposti a pagare il prezzo dell'antipopolarità, del tradimento del proprio compito, del proprio essere forza maggioritaria, cioè forza per i più (a volte per quasi tutti), annuncio anche drammatico del futuro e non maceria del passato. Pagarlo per onorare la propria storia, cioè la propria natura. Ma siamo convinti che molto presto,chiunque nell'oggi vinca, non si tratterà di un fine raggiunto, ma di un ennesimo inizio, un ricominciare.


Quasi subito il "che fare" potrà esser discusso, come accadde con una precedente "Assemblea dei Mille" convocata all'indomani della"catastrofe" referendaria del 2005. Mentre tutti gli altri erano nel lutto, dopo che settimane ne nacque "la Rosa nel Pugno" con la sua persistente forza ideale e anche politica.


Ecco perché fissiamo a tutti noi, ad ogni altra forza politica democratica, l'appuntamento di Chianciano, dal 2 al 4 maggio, Assemblea aperta ad un nuovo"dopo", quello del dopo 13-14 aprile. Speriamo più felice.


[www.larosanelpugno.it]

Nessun commento: