6 aprile 2008

Nicola Zingaretti: da sempre vicino ai bisogni della comunità lgbt

Nicola Zingaretti, è da sempre tra i leader politici italiani vicini alla comunità Lesbica, Gay e Trans, ha partecipato e sostenuto tutte le manifestazioni della comunità a Roma come ad esempio nel 2000 in occasione del World Pride e nel 2005 alla manifestazione “Tutti in Pacs”, senza dubbi anche quando alcuni leader del centrosinistra presero le distanze da queste manifestazioni. La sua candidatura a Presidente della Provincia di Roma può essere una opportunità per la comunità LGBT, ne parliamo con lui.

Da Eurodeputato è iscritto all´intergruppo lgbt del Parlamento Europeo, da candidato a Presidente della Provincia in cosa si impegna?

Il mio impegno sarà, come ho sempre fatto, quello di lottare contro l´omofobia, il pregiudizio e la discriminazione antiomosessuale, perché si realizzino veramente pari dignità e pari opportunità tra le persone a prescindere dall´orientamento sessuale e l’identità di genere. Da presidente di una istituzione mi impegnerò ancora di più affinché il dialogo sia lo strumento privilegiato per il raggiungimento di questi obiettivi, perché solo attraverso il confronto civile e pacifico è possibile rimuovere il pregiudizio in ogni sua forma.

Nel 2000 diede pieno appoggio al World Pride mentre il Comune ritirava il patrocinio, in che modo il centro sinistra potrà evitare il ripetersi di errori di questo tipo?

Il sostegno e il riconoscimento alle iniziative culturali della comunità LGBT sono inserite all´interno del programma elettorale che ho presentato ai cittadini. È fondamentale però che l´istituzione, in quanto tale, rispetti sempre tutti, anche chi ha un´opinione differente.

Ha sempre aderito alle iniziative per i diritti delle persone lgbt. Lo farà anche da presidente della pro-vincia di Roma?

Come presidente della Provincia di Roma sarò il presidente di tutti i cittadini, e in modo particolare la mia attenzione sarà rivolta verso quelle categorie che lottano per difendere i propri diritti. Nessuno deve essere lasciato solo, pro-prio da questo principio partiranno le politiche sociali della mia amministrazione perché tutti i cittadini possano godere realmente degli stessi diritti.

Quale sarà il primo provvedimento della sua Amministrazione per proseguire a Roma la stagione dei diritti?

Attraverso la promozione di una politica di ´Equal Opportunity´ implementeremo nel territorio tramite i centri per l´impiego il monitoraggio dei casi di discriminazione e favoriremo l´inserimento professionale attuando politiche per la tutela delle minoranze come avviene nel Regno Unito e negli altri paesi.

Chi è Nicola Zingaretti?

Nato a Roma ha 42 anni, a diciassette anni inizia come volontario per l´associazionismo laico e di sinistra, prenden-do parte al movimento per la pace, nel 1991 viene eletto Segretario Nazionale della Sinistra Giovanile e l´anno successivo Consigliere Comunale di Roma. Dal 1995 al 1997 è Presidente dell´Unione Internazionale della Gioventù Socialista (IUSY) e Vice Presidente dell´Internazionale Socialista (SI). Tra il 1998 e il 2000 è Responsabile delle Relazioni Internazionali presso la Direzione Nazionale dei Democratici di Sinistra e, con una delegazione DS composta anche da Walter Veltroni, nel 1999 si reca in Birmania a sostegno del "movimento per la democrazia" dove incontra il Premio Nobel per la Pace 1991 Aung San Suu Kyi. Nel 2000 viene eletto Segretario dei Democratici di Sinistra di Roma, e sosterrà senza indugi l’organizzazione del World Pride di Roma. Nel 2004 con 213.000 preferenze, è eletto eurodeputato, ed entra a far parte tralaltro dell’intergruppo "Diritti delle per-sone omosessuali" del Parlamento Europeo, successivamente supporterà le direttive Europee per le coppie lesbiche e gay e contro le discriminazioni sul lavoro. Il 14 ottobre, alle primarie del Partito Democratico è eletto con 282.000 voti (85,31%) Segretario del PD nel Lazio. Nel febbraio 2008 è candidato alla Presidenza della Provincia di Roma

Nessun commento: