8 aprile 2011

CAVERNICOLO GAY? IPOTESI FANTASIOSA O SCIENTIFICAMENTE PROBABILE ?

Scavi archeologici: scoperti i resti del primo cavernicolo gay

Da un campo di scavi archeologici, nella Repubblica Ceca, cinque mila anni dopo la sua morte, è stato portato alla luce il primo uomo delle caverne gay. Secondo gli archeologi, che avrebbero rinvenuto i suoi resti, sarebbe proprio il modo in cui è stato sepolto a far ipotizzare un orientamento diverso dagli altri simili. Lo scheletro dell’uomo gay, dell’età della pietra, rinvenuto negli scavi della Repubblica Ceca, pare risalga al periodo intercorrente tra il 2900 e il 2500 avanti Cristo.

Durante questo periodo, gli uomini venivano sepolti secondo un ordine particolare, ossia sdraiati sul fianco destro con la testa rivolta verso ovest, mentre le donne sul fianco sinistro con il capo rivolto verso est. Nel caso del presunto cavernicolo gay, questi si trovava sepolto sul fianco sinistro con la testa rivolta ad est.

Un altro indizio da non trascurare è che gli uomini tendevano ad essere sepolti con le proprie armi, martelli e coltelli di selce, nonché alcune porzioni di cibo e bevande per accompagnarli nel viaggio verso l’aldilà. Le donne invece venivano sepolte con collane realizzate con i denti, gli animali domestici, orecchini di rame, le brocche domestiche e un particolare vaso a forma di uovo posto vicino ai piedi. Insolita e particolare la sepoltura di questo cavernicolo creduto essere gay. L’uomo cavernicolo è stato sepolto con le brocche di famiglia, invece delle armi. Vicino ai suoi piedi un vaso a forma ovale, come nel caso della sepoltura delle donne.

Gli archeologi che studiano queste sepolture da anni ormai, non credono assolutamente che possa essere stato un errore o che si possa trattare di un caso, soprattutto per il fatto che durante il periodo a cui apparterebbe questo fossile, i funerali erano considerati davvero importanti e sacri. Stando agli studi storici ed etnologici i riti funebri erano considerati molto importanti e per questo motivo è impossibile che questa posizione e questa sepoltura siano sbagliate.

Questo, secondo quanto dichiarato da Kamila Remisova Vesinova, responsabile dei ricercatori che hanno eseguito gli studi. Quindi è molto probabile che i resti rinvenuti appartenessero ad un uomo omosessuale o un travestito. Una prova tangibile quindi del fatto che gli omosessuali sono sempre esistiti. Tuttavia è bene sottolineare che quella del primo uomo delle caverne gay non è che un’ipotesi e nulla può esser dato per certo.

da Igiul pubblicato in Cultura Gay

Nessun commento: