18 febbraio 2011

PARLAMENTO EUROPEO VOTA ALL’UNANIMITA’ RISOLUZIONE SULL’ASSASSINIO DI DAVID KATO KISULE, L’ATTIVISTA GAY BRUTALMENTE ASSASSINATO IN UGANDA.

Roma, 18 febbraio 2011
Comunicato Stampa dell'Associazione Radicale ‘Certi Diritti’

A Strasburgo, ieri, durante la seduta plenaria del Parlamento Europeo, è stata votata all'unanimità una Risoluzione, co-firmata da tutti i principali gruppi politici, sull'assassinio di David Kato Kisule.

Si è giunti a questo risultato grazie all'impegno dell'intergruppo Lgbt(e) al Parlamento Europeo e Ottavio Marzocchi, rappresentante di Certi Diritti a Bruxelles, funzionario della Commissione Libertà Pubbliche, che ha redatto il testo base.

La Risoluzione, dopo avere ripercorso le battaglie di David Kato Kisule ed il ricorso, vinto davanti all'Alta Corte ugandese, contro la rivista locale Rolling Stone, condanna l'uccisione di David; chiede alle autorità ugandesi di compiere indagini approfondite ed imparziali anche in relazione ai possibili mandanti, di proteggere le persone LGBT, di non approvare la legge Bahati; chiede ad autorità politiche, religiose ed ai media di interrompere la stigmatizzazione delle persone LGBT; solleva la necessità di tenere conto della situazione delle persone LGBT nel quadro della politica estera e di sviluppo, ed invita gli Stati membri e la UE a riconoscere l'asilo politico alle persone perseguitate in Uganda.

La risoluzione contiene anche alcune sollecitazioni sul rispetto dei diritti umani in Uganda, quanto David aveva richiesto nel corso del suo intervento al Congresso dell'Associazione Radicale Certi Diritti, durante i lavori di commissione. E' un tributo del Parlamento europeo alla sua memoria e un appello all'interruzione delle persecuzioni, violenze ed assassinii delle persone LGBT in Uganda.

Nessun commento: