15 settembre 2011

SABATO 17 E MARTEDI' 20 SETTEMBRE A ROMA DUE EVENTI IN OCCASIONE DELLA BRECCIA DI PORTA PIA

Sabato 17 settembre, a partire dalle ore 15,30, corteo per una "Breccia fiscale", promosso da decine di Associazioni e dal gruppo Facebook "Vaticano paga anche tu". Il corteo, prenderà il via dalla Breccia di Porta Pia e poi Iungo via XX settembre per arrivare davanti al Ministero dell'Economia. Sarà aperta una nuova Breccia – non solo simbolica - sui privilegi fiscali del Vaticano, per chiedere, tra l'altro, l'eliminazione dell'esenzione Ici e della riduzione Ires per gli enti ecclesiastici, e il dimezzamento dell'otto per mille.

Martedì 20 Settembre 2011, a partire dalle ore 16,30, presso la Breccia di Porta Pia, si svolgerà la vera commemorazione della Liberazione di Roma dal potere temporale dello Stato teocratico pontificio. Per la laicità e la libertà, contro ogni forma di fondamentalismo ideologico e religioso.

Dopo aver assistito tre anni fa a Porta Pia alla commemorazione clerical-revisionista degli zuavi pontifici, mercenari al soldo del Papa-Re, che il XX Settembre 1870 assassinarono 49 bersaglieri e dopo che lo scorso anno si è svolta la cerimonia "Dalla 'presa di Roma' alla resa al Vaticano", continua la nostra iniziativa politica per contrastare il grave tentativo di revisionismo storico che cancella i valori del Risorgimento ed esalta una concezione politica clerical-nazionalista.

Invitiamo le Associazioni, i movimenti, le forze politiche, i cittadini, che hanno a cuore i valori della laicità e delle libertà, e che si battono contro le ingerenze vaticane, a partecipare alla VERA COMMEMORAZIONE DI PORTA PIA che si svolgerà Martedì 20 settembre 2011 a partire dalle ore 16,30 sul luogo della Breccia (Corso d'Italia - monumento ai caduti della Breccia).

hanno finora aderito alla manifestazione:

Radicali Italiani;Associazione Radicale Certi Diritti;Moderatori della pagina Facebook 'Vaticano paga tu la manovra';Partito Socialista Italiano – Federazione di Roma;Gruppo consiliare Lista Bonino Pannella, Federalisti Europei - Regione Lazio;Radicali Roma;Anticlericale.net;Federazione dei Giovani Socialisti italiani:Forum delle donne Socialiste;Associazione Nazionale del Libero Pensiero "Giordano Bruno";Associazione Luca Coscioni;Nessuno Tocchi Caino;Associazione Italialaica.it;Radio Radicale;www.gay.it;Associazione democratica Giuditta Tavani Arquati;Uaar – Roma;Lega italiana per il Divorzio Breve;Gaycs – Aics Coordinamento Lgbt;Associazione Famiglie Arcobaleno;Movimento Identità Transessuale;Libera Uscita, Associazione laica e apartitica;Sinistra Ecologia Libertà – Area metropolitana Roma;Arcigay;Fondazione Religionfree;CRIDES – Centro romano d'iniziativa per la difesa dei diritti nella Scuola;Associazione ‘Fondazione Luciano Massimo Consoli’;

per info e adesioni: Sergio Rovasio - Riccardo Magi / info@certidiritti.it

Car** tutt**
estendo questo caldo e affettuoso invito che ho ricevuto a tutta la gente di buona volontà, laica e non solo, perchè aderisca e convintamente partecipi, il 17 e il 20 settembre prossimi 2011, alle iniziative in ricordo del 20 settembre 1870.

Sarà particolarmente importante esserci, in un Paese che continua ancora a dover subire, a 150 anni dalla nascita dello Stato Italia e 65 anni dalla proclamazione della Repubblica Italiana, la vergogna di vedere le istituzioni laiche ancora succubi del potere vaticano.

Al punto di ritrovarci, in questa difficilissima congiuntura economica persino a vessare soprattutto le classi meno abbienti e più deboli, piuttosto che smettere una buona volta di dover finanziare la Chiesa cattolica apostolica romana e il suo clero, le sue banche le sue multinazionali, addirittura le loro attività palesemente commerciali, attraverso privilegi ed esenzioni che aumentano a dismisura il carico fiscale dei cittadini italiani, neonati compresi.

Chi è contro l'aberrante (in)cultura del privilegio legalizzato, che la chiesa cattolica continua imperterrita a mantenere e a diffondere nel nostro Paese e dovunque nel mondo, non può e non deve mancare di far sentire chiaro, forte e deciso il proprio dissenso e la propria opposizione democratica e libertaria, a partire dall'aderire a queste iniziative, con il proprio contributo e la propria partecipazione.

Un primo, concreto passo, per riprendersi la libertà di coscienza, di pensiero e anche di religiosità, da parte dei cittadini dello Stato Italiano, un modo semplice e diretto per ricordarci e ricordare a chi si ritiene al di sopra della democrazia e della volontà popolare, che così non è.

Vi ringrazio e vi prego di estendere l'invito a tutt** i vostr** amic** !

Alba Montori [Segretaria Associazione ‘Fondazione Luciano Massimo Consoli’]

Nessun commento: