14 ottobre 2009

LEGGE ANTIOMOFOBIA : DISCRIMINATI GLI ETEROSESSUALI

Legge gay, Buttiglione: quel testo discrimina gli etero.

(9Colonne) Roma, 14 ott - "Sappiamo leggere nella nostra coscienza anche senza aiuto del Vaticano. Abbiamo invece avuto contatti con alcuni vescovi italiani, perché per un cattolico sapere quel che pensano i vescovi è come sapere quel che pensa la moglie, non sempre fai quello che vuole lei, ma sapere come la pensa lei ti aiuta a capire come la pensi tu". Così Rocco Buttiglione, in una intervista a Repubblica, commenta la bocciatura della legge sull'omofobia con i voti determinanti dell'Udc. "Il Pd deve capire - afferma il presidente dell'Udc - che questi temi vanno lasciati alla libertà di coscienza, altrimenti con noi un'alleanza non la farà mai".

Secondo Buttiglione quel testo "contrasta con il principio di eguaglianza: gli omosessuali godono della protezione legale di ciascun cittadino, è una legge di discriminazione positiva. Stabilisce che un osso rotto a un omosessuale conti di più di un osso rotto a un non omosessuale: questo è anticostituzionale. Aumentare le pene non serve a nulla. Piuttosto ci vorrebbe la presenza delle forze dell'ordine dove sono più frequenti o probabili le aggressioni contro gli omosessuali e potenziando i nuclei investigativi". In una intervista al Mattino Buttiglione afferma che i gay hanno già delle tutele legislative e sostiene che "c'è stata un'impostazione chiaramente discriminatoria. Profondamente ingiusta".

Nessun commento: