12 marzo 2010

ROVASIO: "LE PROPOSTE PRESENTATE DA ARCIGAY ROMA A TUTTI I CANDIDATI DEL LAZIO SONO LE STESSE CONTENUTE NEL PROGRAMMA DELLA LISTA BONINO-PANNELLA"

dichiarazione di Sergio Rovasio, Segretario dell'Associazione radicale ‘Certi Diritti’, candidato tra i capilista della Lista Bonino-Pannella nel Lazio.

Sottoscrivo pienamente la piattaforma di Arcigay Roma in difesa dei diritti delle persone lgbt(e). Quanto richiesto dal loro documento rientra nell'ambito di competenze della Regione Lazio e sono anche i temi per i quali si batte da sempre l'Associazione Radicale Certi Diritti di cui sono il Segretario.

Inoltre le proposte che Arcigay Roma ha proposto a tutti i candidati sono le stesse contenute nel programma politico della Lista Bonino Pannella per il Lazio. Qui in basso il capitolo che include la parte relativa al 'Rispetto delle diversità'.

Tra i punti del programma pubblicato nel sito www.listaboninopannella.it si legge:

Una Regione per il rispetto delle diversità.

La Regione sosterrà politiche antidiscriminatorie, in particolare di lotta all'omofobia e alla transfobia e a qualsiasi forma di razzismo, favorendo iniziative di educazione civica e sessuale e un'attività di sensibilizzazione nelle scuole medie inferiori e superiori in materia di prevenzione del bullismo.

Maggiore attenzione sarà data alle attività specifiche di prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili.

Occorre altresì riconsiderare i soggetti destinatari degli interventi di sostegno economico e socio.sanitario previsti dalla programmazione regionale, facendo riferimento alla famiglia anagrafica così come è individuata e descritta nella legge del 1989 e accrescere l'opera di prevenzione delle discriminazioni nel mondo del lavoro.

www.sergiorovasio.it - www.certidiritti.it

ecco il testo della piattaforma programmatica proposta da Arcigay Roma e ArciLesbica Roma:
1. Tutelare le coppie di fatto, eterosessuali e omosessuali, secondo le competenze del governo regionale, per rafforzare e incrementare i servizi e le opportunità offerte a tutte le forme familiari, a prescindere dal tipo di riconoscimento giuridico, come ad esempio per quanto riguarda l´assegnazione delle case popolari e il sostegno economico alle giovani coppie. E´ importante che venga modificato lo Statuto della Regione Lazio, per far sì che siano riconosciute tutte le forme familiari;
2. Approfondire la ricerca sulla discriminazione delle persone omosessuali e transessuali, attraverso, ad esempio, la creazione di uno specifico Osservatorio e l´istituzione di una struttura antidiscriminazione che individui nelle associazioni e nei movimenti omosessuali e transessuali i referenti privilegiati. Istituire un fondo regionale a supporto delle vittime dell´omofobia;
3. Promuovere progetti e azioni contro le discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere, con servizi e campagne mirate su tutto il territorio laziale a partire dal mondo della scuola, della formazione e del lavoro;
4. Sostenere e riconoscere le iniziative culturali della comunità lesbica, gay, e trans: attività di aggregazione, visibilità e dialogo;
5. Favorire progetti di informazione e prevenzione sulle malattie a trasmissione sessuale e promuovere, nell´ambito della salute, il benessere delle persone lgbt.
hanno aderito :
Enzo Foschi – Partito Democratico
Luigi Nieri – Sinistra Ecologia e Libertà
Carlo Lucherini – Partito Democratico
Claudio Bucci – Italia dei Valori
Giovanni Carapella – Partito Democratico
Maria Gemma Azuni – Sinistra Ecologia e Libertà
Sergio Rovasio - Lista Bonino-Pannella nel Lazio
Klaus Mondrian - Federazione della Sinistra
Massimo Pineschi - Lista civica cittadini per Bonino
Giulia Rodano – Italia dei Valori

Nessun commento: